lunedì 1 giugno 2020

Contributi INPS Artigiani e Commercianti - Saldo 2019 e 1° acconto 2020

Contributi INPS Artigiani e Commercianti - Saldo 2019 e 1° acconto 2020A tutti coloro che utilizzano i nostri software Calcolo CodeLine INPS per Mac e Calcolo CodeLine INPS per Windows ricordiamo che il 30 giugno 2020 scade il termine per il versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 (nella misura del 50%) dei contributi dovuti all'INPS da parte degli artigiani e dei commercianti sulla quota di reddito eccedente il minimale.

Ricordiamo che è possibile effettuare i versamenti anche dal 1° luglio al 30 luglio 2020 con la maggiorazione dello 0,40% oppure in forma rateale con la prima rata entro le suddete date e le successive entro il giorno 16 di ogni mese (entro la fine di ogni mese per i non titolari di partita IVA) fino al mese di novembre 2020 (N.B. Qualora il termine scada di sabato o in un giorno festivo lo stesso è prorogato al primo giorno feriale successivo), con l'applicazione degli interessi (nella misura del 4% annuo) secondo le seguenti tabelle:

Titolari di partita IVA:

RataVersamentoInteressi %Versamento (*)Interessi %
1a30 giugno0,0030 luglio0,00
2a16 luglio0,1820 agosto (**)0,18
3a20 agosto (**)0,5116 settembre0,51
4a16 settembre0,8416 ottobre0,84
5a16 ottobre1,1716 novembre1,17
6a16 novembre1,50

Non titolari di partita IVA:

RataVersamentoInteressi %Versamento (*)Interessi %
1a30 giugno0,0030 luglio0,00
2a31 luglio0,3331 luglio0,00
3a31 agosto0,6631 agosto0,33
4a30 settembre0,9930 settembre0,66
5a2 novembre1,322 novembre0,99
6a30 novembre1,6530 novembre1,32

(*) In questo caso l’importo da rateizzare deve essere preventivamente maggiorato dello 0,40 per cento.

(**) Le scadenze dal 1° al 20 agosto di ogni anno sono state differite al 20 agosto senza alcuna maggiorazione, a regime, dall'art.3-quater del decreto-legge 2 marzo 2012 n. 16 convertito, con modificazioni, dalla legge 26 aprile 2012 n. 44.

Ad esempio, per calcolare correttamente la codeline del titolare da indicare nel modello di versamento F24 e/o nel quadro RR del modello Redditi PF 2020, in assenza di situazioni particolari, occorre inserire nell'applicazione i seguenti dati:
Codice Azienda
indicare la parte numerica del codice aziendale attributo dall'INPS
Anno di emissione
selezionare l'anno 2019 per il saldo oppure 2020 per l'acconto
Progr.emissione
normalmente va indicato "1"
Codice soggetto
selezionare il codice "10" (Titolare)
Codice rata
selezionare "6 Contributi eccedenti il reddito minimale"
Importo pagam.
non va indicato alcun importo
Anno di riferim.
selezionare l'anno 2019 per il saldo oppure 2020 per l'acconto
Codice sede
selezionare la sede INPS di appartenenza
Ricordiamo che le causali contributo da utilizzare per gli artigiani sono: "AP" per il versamento in unica soluzione, "APR" per il versamento rateale, "API" per il versamento della maggiorazione dello 0,40% e/o degli interessi da rateazione. Per i commercianti vanno utilizzate, rispettivamente, le causali contributo "CP", "CPR" e "CPI".

Contributi INPS Artigiani e Commercianti - Saldo 2019 e 1° acconto 2020Per una verifica degli importi complessivamente dovuti per contributi eccedenti il minimale sul reddito imponibile dell'anno precedente e in acconto per l'anno in corso, sempre sul reddito imponibile dell'anno precedente, è possibile utilizzare le nostre applicazioni Calcolo Contributi INPS per Mac e Calcolo Contributi INPS per Windows. A questi precedenti post sono pubblicate le tabelle dei contributi dovuti per l'anno 2019 e per l'anno 2020.

[update] Ministero dell'Economia e delle Finanze - Comunicato Stampa N° 147 del 22/06/2020

Per tener conto dell’impatto dell’emergenza COVID-19 sull’operatività dei contribuenti di minori dimensioni e, conseguentemente, sull’operatività dei loro intermediari, è in corso di emanazione il DPCM che proroga il termine di versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, per i contribuenti interessati dall’applicazione degli Indici Sintetici di Affidabilità (ISA), compresi quelli aderenti al regime forfetario.

Il termine di versamento in scadenza il 30 giugno sarà prorogato al 20 luglio, senza corresponsione di interessi.

In arrivo la proroga dei termini dei versamenti di giugno per i contribuenti ISA e i forfetari

Titolari di partita IVA (con proroga per contribuenti ISA e forfetari):

RataVersamentoInteressi %Versamento (*)Interessi %
1a20 luglio0,0020 agosto0,00
2a20 agosto (**)0,2916 settembre0,29
3a16 settembre0,6216 ottobre 0,62
4a16 ottobre0,9516 novembre 0,95
5a16 novembre1,28

Non titolari di partita IVA (con proroga per contribuenti ISA e forfetari):

RataVersamentoInteressi %Versamento (*)Interessi %
1a20 luglio0,0020 agosto0,00
2a31 luglio0,1131 agosto0,11
3a31 agosto0,4430 settembre0,44
4a30 settembre0,772 novembre0,77
5a2 novembre1,1030 novembre1,10
6a30 novembre1,43

[update 2] Per maggiori informazioni: Circolare INPS n.79 del 1° luglio 2020.

Nessun commento: